Categorie
Benessere

Vantaggi e benefici della dieta mediterranea

La Dieta Mediterranea è un modello nutrizionale ispirato alle tradizioni alimentari dei paesi europei che si affacciano sul Mar Mediterraneo in particolare Italia, Francia meridionale, Spagna e Grecia.
Il primo a compiere studi in merito fu lo scienziato Ancel Keys, che notò una bassa incidenza delle malattie coronariche sull’isola di Creta e nel Cilento.

La Dieta Mediterranea ha trovato, specie dopo gli anni novanta, molti seguaci in alcuni paesi dell’America, come Argentina, Uruguay ed alcune zone degli Stati Uniti.

Il modello della Dieta Mediterranea si basa su un alto consumo di pane, frutta, verdura, cereali erbe aromatiche, olio di oliva, pesce e, in quantità moderate, vino.

L’alimentazione basata sulla Dieta Mediterranea può essere così schematizzata:
– 55-60% di carboidrati (l’80% di questi è complesso, cioè pane integrale, pasta, riso, mais, ecc. e solo il 20% è di carboidrati semplici);
– 10-15% di proteine (il 60% di origine animale, specie carne bianca e pesce azzurro, ed il 40% di origine vegetale, legumi in genere);
– 25-30% di grassi (olio di oliva per la maggior parte, burro, strutto, ecc.).
Frutta e verdura di stagione occupano un posto primario poiché sono fonte di vitamine e minerali, nonché di antiossidanti e fibre.
I pasti sono generalmente suddivisi in cinque momenti, tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini intermedi (spuntino di metà mattina e merenda).

L’impiego, in questo regime alimentare, dell’olio d’oliva ha una sua valenza nell’ambito della prevenzione delle malattie cardio-vascolari. Infatti, l’olio d’oliva contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo. Altro ingrediente dalle note proprietà è il vino rosso che, oltre a risollevare gli spiriti, contribuisce, con i suoi bioflavonoidi, ad elevare il livello degli antiossidanti.

Componenti della Dieta Mediterranea

Grazie a tali caratteristiche, sembra che la Dieta Mediterranea, presa come sana abitudine alimentare, contribuisca a diminuire il tasso di mortalità causato da malattie coronariche del 50%.
Possiamo in sostanza affermare che la Dieta Mediterranea è un regime alimentare salutistico, ricco di acidi grassi monoinsaturi, antiossidanti e fibre.

Acidi Grassi Monoinsaturi

Gli acidi grassi monoinsaturi sono contenuti nell’olio extravergine di oliva e nei pesci, contrariamente agli animali che vivono sulla terra, le cui carni sono ricche di acidi grassi saturi, deleteri per la salute delle arterie.
Assunti nelle giuste quantità, diminuiscono i livelli di LDL (“colesterolo cattivo”) ed aumentano o lasciano invariato l’HDL (“colesterolo buono”).
La pericolosità dell’LDL sta nella capacità che questo ha di innescare, se ossidati da radicali liberi, un meccanismo che conduce alla progressiva occlusione delle coronarie, con infauste conseguenze che portano all’infarto. Importanti sono anche gli acidi grassi polinsaturi, presenti nel pesce azzurro. Questi pesci sono un’ottima fonte di Omega3, utili alla salute del cuore grazie alle loro proprietà antinfiammatorie e vasodilatatorie, che favoriscono la circolazione sanguigna.

Antiossidanti nella Dieta Mediterranea

Gli antiossidanti, abbondanti nel mondo vegetale, sono sostanze che le piante producono per difendere le proprie strutture. Il loro ruolo è quello di opporsi all’ossidazione prodotta dai radicali liberi, elementi di scarto di reazioni chimiche che avvengono nell’organismo.
Gli antiossidanti più conosciuti sono:
l’idrossitirosolo e l’oleuropeina contenuti nell’olio d’oliva, appartenenti alla classe dei fenoli; il resveratrolo e la quercitina contenuti nel vino rosso, appartenenti alla classe dei flavonoidi;
le vitamine A, C ed E. La vitamina E si trova anche nell’olio d’oliva, ingrediente fondamentale della Dieta Mediterranea.
Altro antiossidante è il licopene, presente nei pomodori, altro ingrediente nei piatti della cucina mediterranea. La cottura di questi ortaggi, per esempio nella preparazione della salsa di pomodoro, è altamente benefica perché incrementa la disponibilità di questo antiossidante.

Fibre

Le fibre hanno diversi effetti: stimolano la secrezione salivare, la secrezione dei succhi gastrici e danno una sensazione di sazietà, normalizzano le funzioni intestinali accelerando il transito degli alimenti ed abbassano i livelli di colesterolo nel sangue.

I benefici della Dieta Mediterranea sulla salute sono notevoli. Basti pensare al più basso rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, alla minore possibilità di sviluppare tumori di vario tipo, al decorso meno grave dell’artrite reumatoide e delle malattie autoimmuni. Inoltre, recenti studi hanno osservato che chi segue la Dieta Mediterranea vive più a lungo.

Lo staff di DaPalestra.com consiglia ai suoi lettori di rivolgersi sempre ad un nutrizionista prima di seguire un percorso dietologico.