Categorie
Benessere

Funzioni del sistema linfatico

Il sistema linfatico ha la funzione di allontanare dagli spazi tissutali, quelle sostanze come le proteine e il materiale corpuscolato, che non possono essere direttamente riassorbiti nei capillari sanguigni.
Funziona infatti come un “meccanismo a sovraccarico”, che riporta in circolo eccessi di proteine e di liquidi, allontanandoli dallo spazio tessutale.
La rimozione delle proteine dagli spazi interstiziali è una funzione essenziale senza la quale un individuo non potrebbe sopravvivere più di 24 ore.

Il sistema linfatico ha un ruolo importante nel regolare all’interno del liquido interstiziale:
1. La concentrazione delle proteine
2. Il volume
3. La pressione

Piccole quantità di proteine fuoriescono continuamente dai capillari nell’intestizio e solo piccolissime quantità di queste possono rientrare nel circolo dei capillari sanguigni.
Perciò esse si accumulano nel liquido interstiziale aumentandone la pressione osmotica.
Tale aumento induce la filtrazione del liquido nell’interstizio in modo da aumentare la pressione del liquido interstiziale.
Tale processo causa l’aumento della velocità del flusso linfatico, rimuovendo in questo modo i liquidi e le proteine che si sono accumulate in eccesso.

Quando la concentrazione proteica ha raggiunto un certo livello, e ha indotto un incremento di volume e di pressione nel liquido interstiziale, il ritorno delle proteine e del liquido per via linfatica nel sangue aumenta, diventando sufficiente a bilanciare la loro perdita dai capillari sanguigni.
Quasi tutti i tessuti del corpo hanno vasi linfatici che drenano il liquido che si forma in eccesso direttamente dagli spazi interstiziali.
La linfa deriva dal liquido interstiziale che scorre nei capillari linfatici e circa i 2/3 di tutta la linfa normalmente deriva dal fegato e dall’intestino.
Il sistema linfatico è inoltre responsabile dell’assorbimento dei grassi; inoltre, grosse particelle come i batteri, possono penetrare tra le cellule endoteliali dei capillari linfatici nella linfa, ma quando la linfa passa attraverso i nodi linfatici, queste particelle vengono rimosse e distrutte.

Il flusso linfatico è circa due tre litri al giorno.
Il sistema linfatico permette insieme al sistema circolatorio di estrarre le tossine dalle cellule e dagli organi vitali per eliminarle definitivamente dall’organismo.
L’organismo è costantemente esposto alle tossine presenti nell’ambiente, negli alimenti, nell’aria che respiriamo, ma le tossine vi si accumulano anche in conseguenza allo stress e alla vita frenetica.
Il corpo dispone di vari sistemi per liberarsene, ma quando raggiungono concentrazioni molto elevate, le tossine penetrano nelle cellule e ne ostacolano le normali funzioni, favorendo aumenti di peso, indolenza, macchie sulla pelle, mal di testa, alito cattivo e debolezza del sistema immunitario.
Per mantenere bassa la concentrazione di tossine nell’organismo è importante seguire un’alimentazione corretta che aiuta inoltre a mantenere alti i livelli energetici.
A tale scopo è utile consumare cibi che aiutino a disintossicare l’organismo, a combattere i processi ossidativi e a neutralizzare i radicali liberi.
Un alimentazione ricca di cibi alcalini, ossia facilmente digeribili, riduce la quantità di tossine, affaticando meno l’apparato digerente, in quanto la digestione può avvenire con un minor dispendio energetico.

Abbiamo affrontato l’argomento ” il sistema linfatico “.